Studenti… part time?

Riporto una mail che mi è arrivata:

 Ciao,
sono uno studente della specialistica di informatica e quest’anno avrei avuto la necessità di iscrivermi in regime di part-time visto che ho trovato un lavoretto. Purtroppo in segreteria mi hanno detto che non è prevista questa iscrizione per noi informatici. Mi piacerebbe sapere quanti studenti sarebbero interessati ad iscriversi in part-time così magari riusciamo a far presente a chi di dovere di questa esigenza.
ciao ciao,
Davide Cappelli

Annunci

Regole di comportamento all’Università

Riporto qui di seguito una proposta di Francesco ‘Sari’ Marcantoni, consiglio a tutti di leggere con attenzione, dato che riguarda tutti noi studenti.

L’Università, oltre ad offrire i locali per permettere lo svolgimento dei corsi, deve mettere a disposizione degli studenti i mezzi per organizzare sessioni di studio individuali o di gruppo, nella fattispecie tavoli, sedie e una certa tranquillità.

Nel complesso i locali di CaVignal 1 e 2 offrono un buon numero di posti a sedere nella hall di entrata, nei corridoi e nei locali dedicati allo studio, quasi sufficienti ad accogliere tutti gli studenti, ma purtroppo, forse per mancanza di regole ferree, uno studente in cerca di un posto per dedicarsi allo studio giornaliero si scontra spesso con situazioni alquanto spiacevoli: posti occupati per mezz’ora o più da non meglio identificati libri e indumenti, sessioni di gioco (ad esempio carte o guerra virtuale con pc portatili collegati in rete), discussioni prolungate (e chiassose) su temi molto lontani dall’assomigliare ad un dibattito legato allo studio.

Evidentemente le regole del vivere sociale non bastano per limitare i comportamenti sopra citati, quindi si rende quasi obbligatorio un regolamento scritto che possa limitare o quantomeno portare all’attenzione di tutti questa situazione oramai insostenibile; un insieme di regole semplici da stampare ed appendere in luoghi visibili, come le bacheche, le porte delle aule ed ogni luogo dove si trovi un tavolo adibito allo studio.

Segue una proposta di regolamento:

  • I tavoli sono adibiti soltanto allo studio e alle attività strettamente legate ad esso.
  • I posti lasciati incustoditi per più di 20 minuti sono da ritenersi liberi.
  • Non disturbare gli altri con il proprio comportamento è un atto di rispetto molto apprezzato.
  • Ogni tavolo va lasciato come lo si è trovato (pulito e spoglio da cartacce e spazzatura).

Quattro semplici regole che, se rispettate, renderebbero l’Università molto più accogliente e a misura di Studente.

Federico Pistono

Idea, RSS feed per gli avvisi

Update: Hanno finalmente implementato un servizio di RSS 2.0, anche se è aggregatore “statico” (capite cosa intendo) di tutti gli avvisi, invece che dinamicamente creare un RSS in base ai filtri impostati. Meglio di niente sicuramente.

Sottoscriviti.

Mi è venuta questa idea dalla grande scomodità di dovere sempre aprire la pagina degli avvisi, cercare nella lista le news del corso/docente che mi interessa e così via. Inoltre spesso capita che la sera si guardano gli avvisi e tutto sembra a posto, poi la mattina ne aggiungono uno, e col cavolo che ci siamo ricordati di rifare tutta la trafila, magari ci hanno spostato l’esame/la lezione e siamo belli che fregati.

Perché non utilizzare la tecnologia RSS, in modo da automatizzare il tutto? Non credo sia difficile da implementare. Per chi non conosca RSS ecco qualche appunto che spiega come funziona.

http://it.wikipedia.org/wiki/Really_simple_syndication

In prartica uno si sottoscrive al servizio che più gli piace e verrà automaticamente avvisato di eventuali aggiornameti. Facciamo un esempio pratico.

Mi interessa essere aggiornato sugli avvisi di Fondamenti di Informatica, e basta. Clicco sull’icona (piccolina…)

RSS

del corso, questa automaticamente apre l’aggregartore di default del computer (Firefox, Vienna, Growl, Liferea), e ogni qualvolta un avviso di Fondamenti verrà inserito io sarò avvisato. Qual’è il vantaggio? Ovvio, posso essere sottoscritto a decine di servizi e rimanere avvisato senza dovere navigare altrettanti siti. Con questo metodo posso anche ricevere notizie ansa, cnn, google video, blogs, e avvisi di facoltà nello stesso aggregatore.

Che ne dite? Se siamo abbastanza posso proporlo in consiglio di facoltà.

Piccola nota: questo blog, come d’altra parte tutti i siti web 2.0 et similia, utilizza gli RSS, li vedete nella barra in basso a destra. Basta sottoscriversi a quello e verrete avvisati di ogni notizia/commento nuovo del blog.

Federico Pistono